In questo giorno.

Sarebbe come accarezzare roccia, nuda pietra senza consolazione. Come avere spilli a scorrere nel mio sangue invece che stelle a pungere la notte. Ricomporre in immagini le impronte dei tuoi occhi è stato il mio dire e il mio non dire. Il mio giorno senza peso e l’attesa della luna. Il mio mare mai innocuo, il labirinto bianco di squame lucenti, da sfiorare in controluce, … Continua a leggere In questo giorno.

Non conoscevo i tuoi occhi.

Fuori da questo mondo troveresti me. Io, di nebbia e sale, luce e silenzi rossi e blu. Una spina dardeggiante di fuoco penetra ora la terra un tempo di iris e mandorli in fiore. Un bosco stregato. Enigmi di patti d’amore scritti sulla punta delle onde. Non conoscevo i tuoi occhi. E tu non conoscevi i miei. Ho creduto di intrecciare corone con rami d’argento. … Continua a leggere Non conoscevo i tuoi occhi.

Il viaggio.

Lei si alza. Si guardano. Lentezza Lei: tu, tu non saresti mai andato via…io lo sapevo…mai…non mi avresti mai lasciata. Avremmo continuato ad andare al fiume, io a baciarti gli occhi tu a raccontarmi di cieli sazi e pianeti di rose. Avremmo continuato e essere così, il segreto silenzioso di noi. Lui: (piano) mai…non avrei mai potuto. Non potrei mai. Si allontanano l’uno dall’altra. Lei: … Continua a leggere Il viaggio.