Come una favola.

É sul finire che la chiarezza arriva.

(Come nelle favole).

Si  è sciolto

(non so dire chi sia l’artefice del magico rito, perchè magia è)

nel non luogo del tempo

il sapore amaro (o era forse Amore)

del rabbioso mare d’inverno.

Oro puro.

Distillato liquoroso da offrire agli dei.

E si è posato lì.

In forma di quasi lacrime

nell’ametista una volta accesa di tristezza.

Di quasi gocce.

Ancora splende il suo nome!

Alato ora

di piume azzurre e neve.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...